DEM, cos’è e come si crea una campagna

Digital MarketingOffice

Come tutti i marketer sapranno, se un’azienda ha deciso di investire anche un minimo nel digital marketing non può non avere un piano dettagliato di DEM da spedire sia ai suoi clienti effettivi che a quelli potenziali.

Ma cosa si intende per DEM e perché è così importante per le aziende?

Cosa si intende per DEM?

DEM è l’acronimo di direct email marketing e indica l’insieme delle strategie e delle tattiche che attraverso la distribuzione di comunicazioni via email promuove un prodotto, un servizio o un evento.
Non può essere paragonata alla newsletter, in quanto la DEM ha carattere puramente commerciale e ha come obiettivo quello di implementare le relazioni tra l’azienda e il proprio target o inviare informazioni e aggiornamenti di natura promozionale.
La comunicazione via DEM quindi sfrutta il canale tradizionale delle mail per comunicare con i propri clienti e per questo ha una serie di vantaggi, tra cui:

  • permette di mettersi in contatto con molti utenti in pochi minuti;
  • è una forma di pubblicità molto più economica rispetto a molti altri strumenti di comunicazione;
  • offre la possibilità di inviare il messaggio a un target specifico, personalizzandolo in base alla tipologia dell’utente;
  • consente di misurare i risultati delle campagne attraverso degli strumenti di analytics: è possibile infatti monitorare i click ottenuti, utili a capire le preferenze e i gusti della tua audience e il gradimento ottenuto dai servizi e dai prodotti in vendita.

Vi siete convinti e volete iniziare a inviare DEM al vostro target? Vediamo allora nel dettaglio cosa non deve mai mancare in una comunicazione di questo tipo.

Come si crea una DEM?

Prima di iniziare a costruire una DEM, bisogna aver chiari due concetti: cosa si vuole comunicare e a chi. Un nuovo prodotto ai clienti potenziali, una promozione per i clienti effettivi, un evento aziendale, una fiera che sta per iniziare… queste sono tutte comunicazioni che possono essere affidate a una DEM.
Una volta chiarito lo scopo della mail e a chi si vuole arrivare, non ci resta che dare pieno sfogo alla fantasia e iniziare a costruire la nostra DEM. Di solito, è sempre meglio avere un template fisso o dei colori ricorrenti per le comunicazioni, in modo che i nostri clienti ci riconoscano facilmente e ci leggano con maggiore interesse. In linea di massima però, tutte le DEM dovrebbero avere:

  • un giusto messaggio a livello creativo, sia dal punto di vista testuale che grafico;
  • immagini e testi che devono essere il più possibile personalizzati;
  • una buona leggibilità da tutti i device (desktop e mobile per esempio), attraverso un layout responsive;
  • un bottone (o call to action per gli addetti al mestiere) significativo, cioè in grado di catturare l’attenzione di chi apre il messaggio per semplicità, chiarezza e immediatezza. Obiettivo della DEM è infatti quello di portare all’azione il nostro lettore e il bottone è lo strumento più efficace per permettere ciò. “Scopri di più”, “Acquista ora”, “Maggiori info”, “Scopri lo sconto” ecc sono tutti esempi di call to action efficaci e molto usate;
  • la possibilità, da parte dell’utente, di poter decidere se ricevere ancora o no le nostre comunicazioni, tramite link di disiscrizione diretto.

I migliori strumenti per creare DEM

Esistono numerosi software per la creazione di DEM. Per questo articolo abbiamo deciso di isolarne tre. MailChimp, Mail Up e Sendinblue.


Mailchimp

Con Mailchimp puoi inviare email alle tue liste di contatti e gestire fino a 2.000 contatti inviando anche 12.000 mail al mese gratuitamente.

Con liste per esportare dati, numerosi template e un’agevole integrazione con il CMS WordPress potrai creare campagne pubblicitarie e usare un sistema avanzato di gestione di liste per le tue campagne, monitorarle e ottenere report d’interazione.

MailUp

MailUp è una piattaforma tutta italiana che consente di creare DEM personalizzate, offrendo anche esempi di template da cui partire. E’ possibile controllare e gestire le statistiche, pianificare le campagne e integrare le comunicazioni con i servizi di Messenger e Telegram.

I prezzi non sono visibili sul sito, ma è possibile richiedere una quotazione secondo le proprie necessità e provare per un periodo di tempo limitato i diversi pacchetti.

Oltre a ciò, MailUp realizza spesso webinar e corsi di Digital Marketing, sia gratuiti che a pagamento, per consentire ai suoi utenti di essere aggiornati sulle tecniche più avanzate e di utilizzare al meglio la propria piattaforma.

Sendinblue

SendinBlue offre soluzioni di livello ad un prezzo accessibile: si tratta di un ottimo strumento di Email Marketing pensato per aumentare il business dei tuoi clienti.

Con la creazione di efficaci campagne email è possibile gestire e segmentare i contatti, avere report di campagne e studiare proposte su misura per specifici target.

Con la versione gratuita di SendinBlue potrai inviare fino a 600 email al mese ad una lista di contatti illimitati, controllare il tasso di recapito, apertura e clic. SendinBlue offre inoltre piani a pagamento su misura per la piccola impresa e le realtà più dinamiche.

Conclusioni

Se molti potrebbero pensare che le mail sono ormai obsolete, noi, sulla base della nostra esperienza, possiamo dire che non è così. Ogni anno investiamo molto nella comunicazione via DEM tramite un piano editoriale ben preciso e i feedback sono sempre positivi, sia dai nostri clienti che da quelli potenziali! Quindi, cosa aspetti?

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca per votare!

Votazione media 0 / 5. Totale dei voti: 0

Non ci sono ancora voti per questo post. Vota per primo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *