È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 marzo 2024 il DPCM 26 gennaio 2024 che approva il modello unico di dichiarazione ambientale (MUD) per l’anno corrente.

Come l’anno scorso, il nuovo format arriva con un giorno di ritardo rispetto al limite di legge, fissato per il 1 marzo, ma analogamente al 2023 questo non pregiudicherà la validità del nuovo modello, che dovrà essere presentato in via telematica entro 120 giorni dalla data di pubblicazione. Pertanto, la presentazione del MUD dovrà avvenire entro il giorno 30 giugno 2024. In considerazione del fatto che tale data coincide con un giorno festivo, il termine viene prorogato a lunedì 1 luglio 2024.

Gli allegati informativi

Ecco gli allegati pubblicati sul sito del MASE riguardanti le modifiche apportate al modello, che anticipiamo riguardano per lo più i Comuni e in misura limitata la comunicazione imballaggi:

  • allegato 1 – istruzioni per la compilazione del Modello unico di dichiarazione ambientale;
  • allegato 2 – comunicazione rifiuti semplificata;
  • allegato 3 – modelli Raccolta dati;
  • allegato 4 – istruzioni per la presentazione telematica.

Unioncamere provvederà a pubblicare progressivamente da lunedì 11 marzo, i prodotti informatici e i portali per la compilazione e presentazione del MUD 2024, e in particolare:

Cosa succede a RES?

I nostri sviluppatori sono già al lavoro per apportare le modifiche al tracciato rispetto allo scorso anno e per preparare l’aggiornamento al nostro software, che verrà rilasciato appena possibile dopo l’11 di marzo, data in cui ecocerved prevede di rilasciare gli strumenti di controllo del tracciato MUD.
A quel punto verrà riavviata la macchina delle prenotazioni per la compilazione del MUD accompagnata dal nostro servizio di assistenza tecnica.
Nell’attesa degli ultimi chiarimenti vi invitiamo a rimanere aggiornati tramite il nostro sito, il nostro portale omiticket.it e le nostre mail.