Dal 6 giugno 2023, sul Portale dell’Automobilista, è disponibile l’applicazione per l’accreditamento delle imprese alle procedure telematiche relative alla tenuta del registro unico telematico dei veicoli fuori uso (VFU) e al rilascio del CRD (Certificato di Rottamazione Digitale).

Tali procedure (Registro Unico Telematico e CRD) sono state rese disponibili dal mese di ottobre 2023.
Il tutto diventerà obbligatorio a partire da giugno 2024.


 

 

 

 

 

 

 

Le imprese possono accreditarsi per ottenere le credenziali di accesso.

Dal 6 Giugno 2023

 

 

Le imprese possono accreditarsi per ottenere le credenziali di accesso.

Saranno disponibili le procedure telematiche relative alla tenuta del Registro Unico Telematico e del rilascio del Certificato di Rottamazione Digitale.

Ottobre 2023

 

 

Saranno disponibili le procedure telematiche relative alla tenuta del Registro Unico Telematico e del rilascio del Certificato di Rottamazione Digitale.

L’utilizzo delle procedure telematiche diventa obbligatorio.

Giugno 2024

 

 

L’utilizzo delle procedure telematiche diventa obbligatorio.

 


 

 

 

Come accreditarsi al Registro Unico VFU

I soggetti che possono effettuare l’accreditamento sono il titolare dell’impresa o una persona fisica legittimata ad agire in nome e per conto della stessa.

I passaggi da effettuare sono i seguenti:

  1. accedere al Portale dell’Automobilista tramite SPID o Carta d’Identità Elettronica;
  2. selezionare nell’elenco dei Servizi Online la voce Gestione Pratiche online;
  3. dalla homepage di riferimento, premere il pulsante Nuova richiesta;
  4. selezionare la tipologia di pratica Accreditamento;
  5. completare le informazioni anagrafiche visualizzate, inserendo l’indirizzo email personale, quello dell’azienda e il numero di telefono;
  6. specificare il tipo d’impresa tra Centro di Raccolta (ovvero autodemolitore), Concessionario/Automercato/Casa Costruttrice;
  7. indicare il Codice Fiscale dell’impresa.

In seguito l’applicazione esegue la ricerca, tramite il Codice Fiscale dell’impresa, negli archivi di InfoCamere e visualizza tutte le sedi dell’impresa.

L’utente deve quindi scegliere una sede e confermare la richiesta. Quest’ultima sarà accettata se il codice fiscale dell’utente corrisponde a quello di un titolare di cariche o qualifiche dell’impresa, se l’impresa è registrata negli archivi ACI, se non è già stata rilasciata un’altra utenza dello stesso tipo.
Dopo l’accettazione vengono inviate le credenziali di accesso all’indirizzo email dell’utente.

Ricordiamo che le credenziali ricevute potranno essere usate soltanto quando saranno disponibili le procedure telematiche relative alla tenuta del registro unico telematico dei veicoli fuori uso e al rilascio del CRD (certificato di rottamazione digitale) nel mese di ottobre 2023.

 

 

Come impostare la VPN

Su come impostare la VPN vi segnaliamo il manuale utente molto esaustivo per l’installazione della Vpn Client Cisco Anyconnect e per l’installazione dell’app Google Authenticator redatto dall’ACI, che potete trovare a questo link.

 

 

Come richiedere la FDR (Firma Digitale Remota)

Per poter sottoscrivere i fascicoli digitali contenenti i documenti del veicolo, condizione necessaria per avviare la pratica di radiazione, è necessario ottenere una Firma Digitale Remota “di scopo”, emessa da ACI appositamente per questo utilizzo.

La richiesta può essere inoltrata accedendo all’area riservata del Portale del Trasporto con le credenziali ricevute e attraverso la VPN, quindi selezionando l’applicazione “Registro Digitale degli Autenticatori e dei Sottoscrittori”. Trovate maggiori informazioni sul relativo articolo disponibile sul Portale del Trasporto.